IC MEDICINA

VANNINI

PIAZZA A. COSTA 13,
40059 MEDICINA BO


Cod. Meccanografico: BOEE867017

Telefono: 051850761
Email: vannini@icmedicina.istruzioneer.it

Coordinatori di Plesso: Antonella Di Salvatore e Elisetta Franzese
Il plesso “Elia Vannini” è ubicato nel centro storico di Medicina, in Piazza Andrea Costa n.13. Ex convento francescano comunica con l’antica chiesa della SS.Assunzione di Maria.
Questa scuola è dedicata al reverendo padre carmelitano Elia Vannini, al secolo Giuseppe di Domenico, nato a Medicina nel 1644 e ivi morto nel 1709. 
Vannini fu dotto nella musica e distinto suonatore di organo. Fu maestro di cappella nella chiesa metropolitana di Ravenna e scrisse varie opere musicali che riscossero favore. Ebbe numerosi allievi e, in tarda età, si ritirò nel suo convento di Medicina, dove morì.
Per iniziativa del musicista medicinese Medardo Mascagni (1922- 2001) negli anni ’70 fu compiuta un’ampia ricerca sulle opere composte dal musicista carmelitano e furono date alle stampe sia la biografia che le composizioni vocali e strumentali, alcune delle quali inedite.
L’edificio dove attualmente ha sede la scuola primaria “E. Vannini” fu costruito nel XIX secolo come convento dei frati francescani. 
Nel lontano 1842 il Cardinale Arcivescovo Carlo Oppizzoni concesse l’uso della chiesa della SS. Assunzione di Maria a RR PP Francescani Minori Osservanti Riformati. Questi entro tre anni dovevano costruire il Convento con l’obbligo della presenza di almeno 12 frati. Nel 1843 si costruirono le fondamenta di due terzi del convento e il direttore dei lavori fu Padre Codini (Padre Gaetano da Bologna) teologo, ma anche esperto di disegno architettonico; la prima costruzione comprendeva sei celle. 
La vita del convento fu di breve durata perché nel 1866 il Governo italiano ordinava la soppressione degli ordini religiosi così che i Francescani Riformati abbandonarono il Convento dell’Assunta. Nel 1884 l’edificio ospitava già le scuole pubbliche, il giardino infantile, la biblioteca comunale e l’appartamento della direttrice dell’asilo; il vasto sotterraneo fu affittato ad uso cantina e, in parte, serviva come legnaia per le scuole. 
Nel corso degli anni la costruzione ha subito alcuni ampliamenti, l’ultimo è stato l’ala sud negli anni ’50.
Dove siamo: